EUR/USD
Google
GBP/USD
Amazon

Analisi giornaliera
delle opzioni binarie

April 22, 2016

 22 Aprile, 2016

Orario (GMT) Valuta Evento Precedente Previsione
02:00 JPY PMI manifatturiero flash 49.1 49.6
08:00 EUR PMI manifatturiero flash 51.6 51.8
08:00 EUR PMI servizi flash 53.1 53.3
Giorno 1 EUR Incontro ECOFIN    
Tutto il giorno EUR Incontro Eurogruppo    
12:30 CAD IPC core m/m 0.5% 0.4%
12:30 CAD Vendite al dettaglio core m/m 1.2% -0.8%
13:45 USD PMI manifatturiero flash 51.5 51.9

 

Analisi dei mercati globali

I mercati asiatici si sono portati in ampio rialzo giovedì, spinti dalla solida seduta overnight negli USA e dal rialzo dei prezzi del greggio. Il Nikkei giapponese ha sovraperformato la regione, crescendo del 2.70%, supportato anche dallo yen più debole. Lo S&P/ASX 200 australiano è cresciuto dell’1.09% grazie al rialzo dei prezzi del greggio. L’Hang Seng di Hong Kong ha beneficiato dei prezzi più elevati del greggio, avanzando dell’1.82%. I mercati cinesi non sono stati così fortunati però, con lo Shanghai Composite che ha chiuso in calo dello 0.66% a causa delle preoccupazioni dei trader per la possibilità di minori stimoli monetari da parte della Banca popolare cinese. Sempre in Asia lo Straits Times di Singapore è avanzato dello 0.37% e il Kospi di Seul è cresciuto dello 0.81%. I mercati europei hanno continuato ad oscillare avanti e indietro, chiudendo al ribasso dopo che la BCE ha confermato lo status quo, con un tono alquanto dovish. Lo Stoxx Europe 600 è scivolato dello 0.33%, mentre il DAX di Francoforte è avanzato dello 0.14% e il CAC 40 di Parigi è scivolato dello 0.20%. Il FTSE di Londra ha messo fine ad una striscia di tre sedute di ribassi, scivolando dello 0.45%. I mercati USA sono scivolati in seguito alla debolezza del greggio e alla serie di dati sugli utili contrastanti. In chiusura lo S&P 500 è scivolato dello 0.52%, il Dow ha perso lo 0.63% e il Nasdaq è calato dello 0.05%. 

FOREX

EUR – L’euro ha ceduto i guadagni iniziali conseguiti nei confronti dell’USD e JPY, chiudendo in deciso ribasso nei confronti di entrambi dopo che la BCE ha tenuto una postura molto dovish. Nei confronti della sterlina l’euro è rimasto invariato, scambiato in un intervallo giornaliero molto serrato.

GBP – La sterlina ha visto un’azione simile nei confronti dell’euro, contro il quale è rimasto invariato. Nei confronti dell’USD e dell’JPY la sterlina ha ceduto i guadagni iniziali ed ha aperto al ribasso.

USD – L’USD si è rafforzato nei confronti dell’euro e della sterlina, ma ha chiuso al ribasso nei confronti dello yen.

JPY – Giovedì lo yen si è rafforzato ampiamente nei confronti delle sue controparti, invertendo direzione rispetto al trend al ribasso della moneta nipponica.

TRY – La lira ha ceduto i guadagni dei giorni precedenti, scivolando ampiamente nei confronti delle maggiori valute giovedì.

RUB – Il calo dei prezzi del greggio ha colpito la moneta russa giovedì, con il rublo che ha ceduto i guadagni dei giorni precedenti, indebolendosi ampiamente nei confronti delle sue controvalute in reazione al calo del greggio.

Materie prime

Metalli – Dopo che i principali mercati esterni sono divenuti ribassisti per i metalli preziosi questo giovedì, i trader hanno deciso di intervenire e prendere i profitti, facendo calare sia argento che oro. L’oro con consegna a giugno ha perso $3.40 per oncia a $1251.00. L’argento con consegna a maggio è scivolato di $0.06 a $17.075.

Petrolio – Il greggio è arretrato giovedì dopo due sedute di solidi guadagni. Il greggio WTI con consegna a giugno è scivolato di $1.00, pari al 2.3%, a quota $43.18 al barile.

Indici
S&P500 – Lo S&P ha aperto invariato, ma una serie di dati sugli utili contrastanti e il calo del greggio hanno pesato sul mercato, spingendolo in costante ribasso per tutta la giornata, mettendo così fine ad una striscia di tre sedute di rialzi.I settori difensivi come quello dei servizi pubblici e i beni di consumo primari sono stati i più colpiti, con l’indice americano che ha chiuso in calo dello 0.52%.

DAX – Il DAX ha aperto in modesto rialzo, ma è scivolato in territorio negativo durante la conferenza stampa della BCE, dal momento che la banca centrale sembra fare un passo indietro rispetto ad ulteriori stimoli per il momento. Il rally in tarda giornata ha spinto il mercato nuovamente in positivo, dove ha chiuso a +0.14%.

Nikkei – Il Nikkei è avanzato in apertura, con gli investitori che sono stati incoraggiati dalle debolezze registrate nella notte dallo yen. Il rialzo dei prezzi del greggio e la seduta positiva nella notte negli USA hanno favorito il rialzo dell’indice nipponico. Dopo pranzo l’indice ha conseguito ulteriori guadagni, registrando la terza seduta consecutiva di rialzi, per chiudere a +2.70%.


Azioni

Starbucks – Le azioni di questa “coffee company” di Seattle sono state duramente colpite nella seduta after hours, con un calo del 3.81% dopo la pubblicazione di un trimestre all’insegna di solidi ricavi e una buona crescita degli utili. Il calo apparentemente ingiustificato è stata la reazione alla guidance dell’azienda che vede un rallentamento della crescita in futuro, un tema ormai ricorrente in questa “earning season”. Il calo di ieri porta Starbucks a guadagnare solo l’1% da inizio anno in borsa ed è presente una resistenza a pochi dollari oltre al prezzo corrente. Questo potrebbe limitare eventuali rimbalzi dopo il calo di ieri. Detto ciò, il calo ha spinto il titolo alla media mobile a 50 e 200 giorni, che sarebbe un punto ideale per rimbalzare, in quanto entrambe le medie offrono supporto.

AVVERTENZA – RISCHI GENERALI: Le opzioni binarie e i contratti per differenza (CFD) sono prodotti finanziari complessi che presentano rischi significativi. Il trading con opzioni binarie può comportare la perdita del capitale investito, mentre il trading di CFD in marginazione può comportare la perdita dell’intero capitale depositato. La leva nei CFD può volgere sia a vantaggio che a svantaggio dei trader. I trader di opzioni binarie e di CFD non detengono alcun diritto in relazione agli asset sottostanti. Il trading con opzioni binarie e/o CFD non è adatto a tutti gli investitori. La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono un indicatore affidabile di performance future. Prima di decidere di fare trading è importante valutare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e la propensione al rischio. Si invita a non depositare importi che non ci si può permettere di perdere, di assicurarsi di comprendere appieno i rischi associati con il prodotto di interesse e di richiedere una consulenza indipendente, se necessario. Rodeler Limited non fornisce consulenza, raccomandazioni od opinioni in relazione all’acquisizione, detenzione o cessione di prodotti finanziari. Rodeler Limited non è un consulente finanziario e tutti i servizi sono forniti in modalità “execution only”, ovvero come servizi di semplice esecuzione. Si invita a leggere la divulgazione sui rischi e la documentazione legale prima di utilizzare i servizi offerti.

INFORMAZIONI SULL’AZIENDA/SUL SITO WEB: LA PROPRIETÀ E LA GESTIONE DI 24OPTION.COM/EU APPARTENGONO A RODELER LIMITED, SOCIETÀ AUTORIZZATA A FORNIRE SERVIZI E/O ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO ALL’INTERNO DELL’AREA ECONOMICA EUROPEA. RODELER LIMITED NON EROGA SERVIZI A CITTADINI RESIDENTI FUORI DALLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO.  RODELER LIMITED È UNA SOCIETÀ DI INVESTIMENTO CIPRIOTA REGISTRATA A CIPRO (HE 312820) E AUTORIZZATA E REGOLAMENTATA DALLA CYPRUS SECURITIES AND EXCHANGE COMMISSION, NUMERO DI LICENZA 207/13. LA SEDE DI RODELER LIMITED SI TROVA ALL’INDIRIZZO 39 KOLONAKIOU ST., AYIOS ANTHANASIOS, CY-4103 LIMASSOL, CIPRO. PER MAGGIORI INFORMAZIONI FAI CLIC QUI O CONTATTACI ALL’INDIRIZZO [email protected].

RODELER LIMITED APPARTIENE ALLO STESSO GRUPPO DI AZIENDE DI RICHFIELD CAPITAL LIMITED. RICHFIELD CAPITAL LIMITED È UN’AZIENDA REGOLAMENTATA DALLA INTERNATIONAL FINANCIAL SERVICES COMMISSION OF BELIZE, NUMERO DI LICENZA IFSC/60/440/TS/15-16. LA PROPRIETÀ E LA GESTIONE DI 24OPTION.COM APPARTENGONO A RICHFIELD CAPITAL LIMITED. LE DUE ENTITÀ CONDIVIDONO IL MARCHIO 24OPTION. RICHFIELD CAPITAL LIMITED NON EROGA SERVIZI A CITTADINI RESIDENTI NELLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO.