EUR/USD
Google
GBP/USD
Amazon

25 aprile 2017

Orario (GMT) Valuta Evento Precedente Previsione
Tutto il giorno EUR Festività in Italia
08:30 GBP Prestiti netti al settore pubblico 1.1B 2.6B
14:00 USD Fiducia dei consumatori CB 125.6 123.7
14:00 USD Vendite di nuove case 592K 590K

 

Analisi dei mercati globali

La maggior parte dei mercati asiatici è avanzata lunedì dopo che il sentiment di propensione al rischio ha avuto la meglio dopo la vittoria nel weekend del candidato centrista Emmanuel Macron al primo turno delle elezioni presidenziali di Francia. Lo Shanghai Composite cinese è andato in controtendenza, calando dell’1.37% e continuando la traiettoria ribassista dopo che gli investitori cinesi hanno mostrato la propria preoccupazione per le possibili azioni del governo volte a ridurre il rischio. Il Nikkei giapponese ha avuto una reazione opposta, avanzando dell’1.37% a livello giornaliero a fronte del crollo dello yen sulle sue controvalute dopo l’unwinding delle posizioni rifugio. Lo S&P/ASX 200 australiano ha chiuso in rialzo dello 0.30%, e l’Hang Seng di Hong Kong ha tralasciato la debolezza vista in Cina e ha chiuso in rialzo dello 0.40%. I mercati europei sono avanzati, chiudendo ad un massimo di 16 mesi e registrando il miglior guadagno giornaliero dell’ultimo anno dopo che gli investitori hanno reagito alla prospettiva che Emmanuel Macron, pro mercato aperto, diventi il prossimo presidente francese. Lo Stoxx Europe 600 ha chiuso in rialzo di ben il 4.76%, con il DAX di Francoforte che è avanzato del 3.37% e il CAC 40 di Parigi che è avanzato del 4.14%. A Londra il FTSE ha chiuso in positivo del 2.11% dopo che gli investitori hanno accolto positivamente i risultati del primo turno elettorale in Francia. Anche i mercati USA hanno chiuso in ampio rialzo, con la propensione al rischio che sta tornando tra gli investitori in seguito ai risultati delle elezioni in Francia. Lo S&P 500 ha chiuso in rialzo dell’1.08%, il Dow è avanzato dell’1.05% e il Nasdaq è cresciuto dell’1.24%.

 

FOREX

EUR – L’euro è stato scambiato in forte rialzo nei confronti delle sue controvalute alla chiusura della seduta di lunedì, iniziata con ampi gap al rialzo in reazione al primo turno delle elezioni presidenziali di Francia.

GBP – Lunedì la sterlina è stata contrastata: si è imposta nei confronti dello yen, ma è calata nei confronti dell’USD ed EUR. La valuta britannica ha mostrato segni di debolezza nel corso della giornata dopo il gap al rialzo registrato nei confronti dello yen, anche se ha poi ceduto gran parte dei guadagni durante la seduta.

USD – Lunedì l’USD si è imposto sullo yen e sulla sterlina, ma ha chiuso in calo nei confronti dell’euro.

JPY – Lo yen si è indebolito ampiamente nei confronti delle sue controvalute lunedì dopo che il calo dell’avversione al rischio ha portato i trader a chiudere le proprie posizioni rifugio. Potremmo assistere ad un rimbalzo dello yen martedì, dal momento che la moneta giapponese aveva iniziato a rafforzarsi nella tarda giornata di lunedì.

TRY – Lunedì la lira si è imposta ampiamente dopo che i risultati del primo turno delle elezioni presidenziali francesi hanno portato ad un aumento dell’interesse e della domanda di asset dei mercati emergenti.

RUB – Lunedì il rublo si è imposto nei confronti della maggior parte delle valute maggiori in reazione all’aumento della domanda per gli asset dei mercati emergenti, ma nei confronti dello yen il rublo è rimasto pressoché invariato dopo una seduta di trading volatile.

 

Materie prime

Metalli – Il calo dell’avversione al rischio a livello globale dopo il risultato delle elezioni in Francia ha spinto i metalli preziosi, specialmente l’oro, al ribasso questo lunedì. L’oro con consegna a giugno è scivolato di $11.60, pari allo 0.9%, a quota $1277.50 per oncia, ma comunque in ripresa dai minimi intraday di $1266. L’argento con consegna a maggio ha chiuso sostanzialmente invariato a $17.86 per oncia.

Petrolio – Il greggio ha azzerato i guadagni iniziali, chiudendo in calo lunedì dopo che le preoccupazioni per l’aumento della produzione USA hanno continuato a pesare sulla materia prima. I future del greggio WTI con consegna a giugno sono calati di $0.39, pari allo 0.8%, attestandosi a $49.23 dopo essere stati scambiati inizialmente oltre i $50.

 

Indici

S&P500 – L’indice di riferimento americano è schizzato al rialzo lunedì mattina dopo che la propensione al rischio degli investitori è tornata dopo i risultati del primo turno di elezioni presidenziali francesi, che quest’anno promettono di nominare un presidente francese ben disposto verso i mercati. Il mercato è scivolato leggermente attorno a mezzogiorno, ma si è poi ripreso, portandosi ai massimi intraday e chiudendo con un guadagno dell’1.08%.

DAX – Il DAX è schizzato al rialzo in apertura in reazione ai risultati delle elezioni francese ed è continuato ad avanzare nel corso della seduta a fronte della maggiore propensione al rischio degli investitori. I titoli bancari e finanziari hanno guidato l’indice al rialzo, dal momento che Emmanuel Macron viene visto come una scelta promettente per i mercati. In chiusura il DAX si è attestato a +3.37%.

Nikkei – Lunedì il Nikkei è schizzato al rialzo dopo che gli investitori hanno reagito al forte calo dello yen nei confronti dell’USD e di altre controvalute. Lo yen è rimasto debole nel corso della giornata a fronte dell’aumento della propensione al rischio e il Nikkei ha così consolidato i guadagni iniziali. Il Nikkei ha terminato la seduta in rialzo dell’1.37% chiudendo sempre più vicino a quota 19.000.


Azioni

McDonald’s Corporation – Le azioni di questa società di fast food sono avanzate ad un nuovo massimo record lunedì dopo che il rally generale dell’azionario ha supportato il rally del titolo prima della pubblicazione dei dati sulle trimestrali di martedì. Gli analisti prevedono utili per $1.34 per azione, rispetto al $1.23 per azione riportato nello stesso trimestre lo scorso anno. Inoltre si prevede un aumento dell’1% delle vendite alla pari. McDonald’s ha superato le stime degli analisti negli ultimi sette trimestri e con la forza delle offerte del menù e della nuova tecnologia introdotta, è possibile che le aspettative verranno superate anche questa volta, portando il titolo è sempre più in territori inesplorati.

AVVERTENZA – RISCHI GENERALI: Le opzioni binarie e i contratti per differenza (CFD) sono prodotti finanziari complessi che presentano rischi significativi. Il trading con opzioni binarie può comportare la perdita del capitale investito, mentre il trading di CFD in marginazione può comportare la perdita dell’intero capitale depositato. La leva nei CFD può volgere sia a vantaggio che a svantaggio dei trader. I trader di opzioni binarie e di CFD non detengono alcun diritto in relazione agli asset sottostanti. Il trading con opzioni binarie e/o CFD non è adatto a tutti gli investitori. La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono un indicatore affidabile di performance future. Prima di decidere di fare trading è importante valutare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e la propensione al rischio. Si invita a non depositare importi che non ci si può permettere di perdere, di assicurarsi di comprendere appieno i rischi associati con il prodotto di interesse e di richiedere una consulenza indipendente, se necessario. Rodeler Limited non fornisce consulenza, raccomandazioni od opinioni in relazione all’acquisizione, detenzione o cessione di prodotti finanziari. Rodeler Limited non è un consulente finanziario e tutti i servizi sono forniti in modalità “execution only”, ovvero come servizi di semplice esecuzione. Si invita a leggere la divulgazione sui rischi e la documentazione legale prima di utilizzare i servizi offerti.