EUR/USD
Google
GBP/USD
Amazon

19 Gennaio 2017

Orario (GMT) Valuta Evento Precedente Previsione
00:30 AUD Variazione occupazionale 39.1K 10.2K
00:30 AUD Tasso di disoccupazione 5.7% 5.7%
Giorno 3 TUTTE Forum economico mondiale
12:45 EUR Tasso minimo di offerta 0.00% 0.00%
13:30 CAD Vendite manifatturiere m/m -0.8% 0.2%
13:30 ECB Conferenza stampa BCE
13:30 USD Concessioni edilizie 1.20M 1.22M
13:30 USD Indice manifatturiero Fed di Philadelphia 21.5 16.3
13:30 USD Richieste di sussidi di disoccupazione 247K 252K
13:30 USD Avvio di nuove abitazioni 1.09M 1.19M
16:00 USD Scorte di petrolio greggio 4.1M

Analisi dei mercati globali

I mercati asiatici hanno chiuso contrastati mercoledì dopo che le incertezze sulla presidenza Trump negli USA li hanno portati per lo più a non riuscire a prendere una direzione. Lo S&P/ASX 200 australiano è scivolato per la seconda giornata consecutiva, con una perdita dello 0.36%. Lo Shanghai Composite è avanzato dello 0.14% dopo che la Banca popolare cinese ha iniettato circa $39 miliardi di liquidità nel mercato monetario cinese. L’Hang Seng di Hong Kong ha sovraperformato la regione, avanzando dell’1.13% e violando la soglia psicologica dei 23.000 punti. Il Nikkei ha aperto in negativo, ma un calo dello yen durante la seduta ha spinto l’indice in positivo dello 0.43%. In Corea del Sud il Kospi è scivolato dello 0.06%, mentre lo Straits Times di Singapore ha perso lo 0.42% in chiusura. I mercati europei hanno chiuso in ampio rialzo in seguito ad una seduta altalenante dove gli investitori hanno soppesato i dati positivi dal fronte societario all’incertezza sul presidente eletto Trump. In chiusura lo Stoxx Europe 600 si è attestato in rialzo dello 0.18%, con il DAX di Francoforte che è cresciuto dello 0.51% e il CAC 40 di Parigi che ha chiuso in rialzo dello 0.13%. Il FTSE di Londra è rimbalzato, recuperando le perdite della seduta precedente e chiudendo in positivo dello 0.38%. I mercati USA sono stati scambiati a cavallo dei livelli di parità per l’intera giornata di mercoledì, chiudendo contrastati, ma in ripresa dai minimi intraday. Lo S&P 500 si è attestato in rialzo dello 0.18%, il Dow ha ceduto lo 0.11% e il Nasdaq è cresciuto dello 0.31%.

FOREX

EUR – Mercoledì l’euro è rimbalzato, imponendosi nei confronti della sterlina e dello yen, ma è scivolato nei confronti dell’USD.

GBP – Mercoledì la sterlina ha continuato ad imporsi nei confronti dello yen, ma ha ceduto parte dei forti guadagni registrati nella seduta precedente nei confronti dell’USD ed EUR.

USD – Mercoledì l’USD ha cambiato corso, imponendosi fortemente e ampiamente nei confronti delle sue controvalute dopo essere scivolato durante la seduta precedente.

JPY – Mercoledì lo yen si è indebolito ampiamente dopo che la domanda rifugio della valuta nipponica è iniziata a ridursi.

TRY – Mercoledì la lira è stata contrastata, in calo nei confronti dell’USD ed EUR, ma in ripresa sullo yen e sulla sterlina. La moneta turca rimane per lo più sotto pressione e sembra sempre più puntare a nuovi minimi storici nei confronti dell’USD.

RUB – Mercoledì il rublo si è imposto nei confronti della maggior parte delle valute maggiori, anche se ha cambiato direzione di marcia a mezzogiorno, chiudendo infine in lieve ribasso nei confronti dell’USD.

Materie prime

Metalli – I metalli preziosi hanno chiuso contrastati mercoledì a fronte dell’apprezzamento del dollaro USA, che ha indebolito il rally dei metalli. L’oro con consegna a febbraio ha ceduto $0.80, pari a meno dello 0.1%, attestandosi a $1212.10 per oncia. L’argento con consegna a marzo è avanzato di $0.126, pari allo 0.7%, a quota $17.274 per oncia.

Petrolio – Mercoledì il greggio è calato fortemente, con le perdite che sono accelerate durante il corso della giornata a causa della preoccupazione dei trader per l’aumento della produzione di olio di scisto negli USA che porterebbe ad un aumento dell’offerta. Il greggio WTI con consegna a febbraio è scivolato di $1.40, pari al 2.7%, attestandosi a $51.08 al barile.

Indici

S&P500 – Lo S&P ha trascorso la giornata scambiato attorno ai livelli di parità, con gli investitori che rimangono cauti in attesa dell’inaugurazione di Donald Trump. Il mercato è avanzato prima della chiusura e lo S&P 500 ha chiuso ai massimi intraday a +0.18%.

DAX – Il DAX è avanzato durante le prime fasi contrastate, ma si è riportato ai livelli di parità ora di pranzo. Da lì è riuscito a spingersi al rialzo durante il pomeriggio, sovraperformando i mercati europei in chiusura, grazie al rialzo dello 0.51%.

Nikkei – Il Nikkei giapponese è scivolato fortemente in apertura, dopo che gli investitori hanno reagito alla forza registrata nella notte dallo yen nei confronti del dollaro USA. A fronte del calo dello yen durante la seduta asiatica, il Nikkei si è ripreso ed è tornato ai livelli di parità per la pausa pranzo. Nel pomeriggio l’indice nipponico è avanzato, con l’ultima spinta al rialzo a fine seduta che ha portato il Nikkei a chiudere in rialzo dello 0.43%.


Azioni

McDonald’s Corporation – Dopo essere avanzato dai minimi di $111 dopo le elezioni presidenziali USA di novembre, il titolo McDonald’s ha proceduto lateralmente, scambiato per lo più nell’intervallo $119-124 per azione. Il titolo rimane scambiato lateralmente questa settimana, con variazioni contenute mercoledì, mentre gli investitori si preparano per la pubblicazione delle trimestrali per il quarto trimestre prima dell’apertura delle borse di lunedì. Si prevedono ricavi in linea con le previsioni degli analisti, ma gli investitori sono maggiormente interessati a segnali circa il fatto che il colosso del fast food riesce ad attrarre nuovamente giovani nei suoi ristoranti. L’all-day breakfast nel 2015 è stata d’aiuto in tal senso e le variazioni al menù dell’azienda sembrano avere effetti positivi, ma gli investitori si chiedono se McDonald’s sarà ancora in grado di cambiare le cose. Il titolo ha raggiunto un massimo di $131 lo scorso anno dopo l’implementazione dell’all-day breakfast, ma da allora è scivolato e vi è la necessità di mostrare agli investitori qualcosa che possa sorprendere dal fronte delle operazioni per potersi riportare a tale massimo storico.

AVVERTENZA – RISCHI GENERALI: IL TRADING DI CFD E OPZIONI BINARIE COMPORTA UN ALTO LIVELLO DI RISCHIO, E POTREBBE NON ESSERE ADATTO A TUTTI GLI INVESTITORI.  ESSENDO POSSIBILE PERDERE PER INTERO IL CAPITALE INVESTITO, SI RACCOMANDA DI NON INVESTIRE DENARO CHE NON CI SI PUÒ PERMETTERE DI PERDERE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUI RISCHI CHE SI ASSUMONO, FARE CLIC QUI.

INFORMAZIONI SULL’AZIENDA/SUL SITO WEB:  24OPTION.COM/EU È DI PROPRIETÀ E GESTITO DA RODELER LIMITED, SOCIETÀ AUTORIZZATA A FORNIRE SERVIZI E/O ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO ALL’INTERNO DELLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO. RODELER LIMITED NON EROGA SERVIZI A CITTADINI RESIDENTI FUORI DALLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO.  RODELER LIMITED È UNA SOCIETÀ DI INVESTIMENTO CIPRIOTA REGISTRATA A CIPRO (HE 312820) E AUTORIZZATA E REGOLAMENTATA DALLA CYPRUS SECURITIES AND EXCHANGE COMMISSION CON NUMERO DI LICENZA 207/13. RODELER LIMITED È ISCRITTA NELL’ALBO DELLE IMPRESE DI INVESTIMENTO COMUNITARIE SENZA SUCCURSALE TENUTO DALLA CONSOB AL NUMERO 3853.  RODELER LIMITED HA SEDE A 39 KOLONAKIOU ST., AYIOS ANTHANASIOS, CY-4103 LIMASSOL, CIPRO. PER MAGGIORI INFORMAZIONI FAI CLIC QUI O CONTATTACI A [email protected].

RODELER LIMITED APPARTIENE ALLO STESSO GRUPPO DI AZIENDE DI RICHFIELD CAPITAL LIMITED. RICHFIELD CAPITAL LIMITED È UN’AZIENDA REGOLAMENTATA DALLA INTERNATIONAL FINANCIAL SERVICES COMMISSION OF BELIZE CON NUMERO DI LICENZA IFSC/60/440/TS/15-16. 24OPTION.COM È GESTITO E DI PROPRIETÀ DI RICHFIELD CAPITAL LIMITED. I DUE SOGGETTI CONDIVIDONO IL MARCHIO 24OPTION. RICHFIELD CAPITAL LIMITED NON EROGA SERVIZI A CITTADINI RESIDENTI NELLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO. 

AVVERTENZA – RISCHI GENERALI: IL TRADING DI CFD E OPZIONI BINARIE COMPORTA UN ALTO LIVELLO DI RISCHIO, E POTREBBE NON ESSERE ADATTO A TUTTI GLI INVESTITORI.  ESSENDO POSSIBILE PERDERE PER INTERO IL CAPITALE INVESTITO, SI RACCOMANDA DI NON INVESTIRE DENARO CHE NON CI SI PUÒ PERMETTERE DI PERDERE. PER MAGGIORI INFORMAZIONI SUI RISCHI CHE SI ASSUMONO, FARE CLIC QUI.

INFORMAZIONI SULL’AZIENDA/SUL SITO WEB:  24OPTION.COM/EU È DI PROPRIETÀ E GESTITO DA RODELER LIMITED, SOCIETÀ AUTORIZZATA A FORNIRE SERVIZI E/O ATTIVITÀ DI INVESTIMENTO ALL’INTERNO DELLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO. RODELER LIMITED NON EROGA SERVIZI A CITTADINI RESIDENTI FUORI DALLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO.  RODELER LIMITED È UNA SOCIETÀ DI INVESTIMENTO CIPRIOTA REGISTRATA A CIPRO (HE 312820) E AUTORIZZATA E REGOLAMENTATA DALLA CYPRUS SECURITIES AND EXCHANGE COMMISSION CON NUMERO DI LICENZA 207/13. RODELER LIMITED È ISCRITTA NELL’ALBO DELLE IMPRESE DI INVESTIMENTO COMUNITARIE SENZA SUCCURSALE TENUTO DALLA CONSOB AL NUMERO 3853.  RODELER LIMITED HA SEDE A 39 KOLONAKIOU ST., AYIOS ANTHANASIOS, CY-4103 LIMASSOL, CIPRO. PER MAGGIORI INFORMAZIONI FAI CLIC QUI O CONTATTACI A [email protected].

RODELER LIMITED APPARTIENE ALLO STESSO GRUPPO DI AZIENDE DI RICHFIELD CAPITAL LIMITED. RICHFIELD CAPITAL LIMITED È UN’AZIENDA REGOLAMENTATA DALLA INTERNATIONAL FINANCIAL SERVICES COMMISSION OF BELIZE CON NUMERO DI LICENZA IFSC/60/440/TS/15-16. 24OPTION.COM È GESTITO E DI PROPRIETÀ DI RICHFIELD CAPITAL LIMITED. I DUE SOGGETTI CONDIVIDONO IL MARCHIO 24OPTION. RICHFIELD CAPITAL LIMITED NON EROGA SERVIZI A CITTADINI RESIDENTI NELLO SPAZIO ECONOMICO EUROPEO.