EUR/USD
Google
GBP/USD
Amazon

21 Febbraio 2017

Orario (GMT) Valuta Evento Precedente Previsione
00:30 AUD Verbali incontro di politica monetaria
00:30 JPY PMI manifatturiero flash 52.7 52.1
04:30 JPY Attività di tutte le industrie m/m 0.3% -0.2%
09:00 EUR PMI manifatturiero flash 55.2 55.0
09:00 EUR PMI servizi flash 53.7 53.7
10:00 GBP Audizione rapporto sull’inflazione
14:45 USD PMI manifatturiero flash 55.0 54.7
14:45 USD PMI servizi flash 55.6 55.8
21:30 AUD Intervento Governatore RBA Lowe

 

Analisi dei mercati globali

I mercati asiatici sono rimasti per lo più piatti, in una seduta di trading calma mentre gli investitori continuano ad essere incerti sulla severità dei rischi geopolitici globali. Il mercato cinese ha sovraperformato l’Asia, avanzando dell’1.18% in chiusura dopo essere avanzato durante l’intera seduta. L’Hang Seng di Hong Kong ha seguito il mercato cinese al rialzo, avanzando dello 0.47%, estendendo il rally registrato dall’inizio dell’anno. Lo S&P/ASX 200 australiano ha chiuso in calo dello 0.18% a causa del calo dei prezzi delle materie prime. Il Nikkei giapponese si è ripreso dalle perdite iniziali ed è avanzato di un modesto 0.09%. Lo Straits Times di Singapore è scivolato dello 0.35% e il Kospi di Seul ha chiuso in rialzo dello 0.18%. I mercati europei hanno chiuso in ampio rialzo, ma sono rimasti contrastati a livello nazionale e sottotono a causa della chiusura dei mercati USA, con gli investitori che fanno fronte agli sviluppi elettorali in Francia e la probabilità di un salvataggio della Grecia. Lo Stoxx Europe 600 è avanzato dello 0.22%, il DAX di Francoforte è cresciuto dello 0.60%, ma il CAC 40 di Parigi è scivolato dello 0.05%. Il FTSE di Londra è rimasto sostanzialmente invariato, cedendo solo 0.10 punti. I mercati USA sono rimasti invariati lunedì dopo essere rimasti chiusi per il President’s Day.

 

FOREX

EUR – Lunedì l’euro si è indebolito nei confronti dell’USD e GBP, ma è rimasto invariato nei confronti dello yen.

GBP – Lunedì la sterlina si è rafforzata ampiamente mentre i trader sono rimasti fiduciosi che la Brexit sarà un successo per il Regno Unito.

USD – Lunedì l’USD si è imposto leggermente nei confronti dello yen e dell’euro, calando invece nei confronti della sterlina dopo che i trader si sono assentati dai mercati per festività pubblica, portando così ad un calo dei volumi di trading.

JPY – Lunedì lo yen si è per lo più indebolito, calando nei confronti dell’USD e GBP, ma chiudendo invariato nei confronti dell’euro.

TRY – La lira si è rafforzata leggermente nei confronti delle maggiori valute lunedì, ma si è indebolita nei confronti della sterlina.

RUB – Il rublo ha continuato a mostrare segni di forza lunedì, imponendosi ampiamente nei confronti delle maggiori valute, anche se non vi è stato un vero e proprio catalizzatore che ha spinto la moneta russa al rialzo.

 

Materie prime

Metalli – I metalli preziosi sono stati contrastati in una seduta di inizio settimana segnata da bassi volumi a causa della chiusura dei mercati USA. L’oro con consegna ad aprile è scivolato leggermente, cedendo $0.60 e attestandosi a quota $1238.50 per oncia. L’argento con consegna a marzo è avanzato di $0.01, pari allo 0.4%, attestandosi a $18.04 per oncia.

Petrolio – Il greggio è avanzato in una seduta di trading segnata da bassi volumi a causa della chiusura dei mercati USA. Il greggio WTI con consegna a marzo è avanzato di $0.29, pari allo 0.5%, a quota $53.69. Il contratto con consegna a marzo scadrà martedì, con il contratto di aprile che diventerà quello con consegna più prossima.

 

Indici

S&P500 – Lo S&P 500 è rimasto invariato lunedì in quanto i mercati USA sono rimasti chiusi in occasione del President’s Day.

DAX – Il DAX ha trascorso la mattinata piatto, scambiato a cavallo dei livelli di parità. Il mercato è avanzato nel pomeriggio, guadagnando terreno per poi chiudere la seduta in rialzo dello 0.60% mentre gran parte dell’Europa è rimasta piatta e senza direzione.

Nikkei – Il Nikkei ha aperto in forte negativo dopo che il deficit commerciale giapponese di gennaio si è rivelato maggiore delle aspettative. Alla base di tale forte deficit commerciale sono le importazioni, che sono aumentate per la prima volta negli ultimi due anni. Il Nikkei è aumentato fortemente nel corso della mattinata, portandosi in territorio positivo appena dopo l’ora di pranzo, dove è rimasto per l’intero pomeriggio, chiudendo in positivo dello 0.09%.

 

Azioni

Amazon – Le azioni di questo venditore online si sono portate in territorio record venerdì, riprendendosi dal territorio negativo e chiudendo a $845.07 per azione, oltre alla chiusura del 6 ottobre 2016 di $844.36. Con le azioni ora in territorio inesplorato ci si chiede quanto margine di rialzo vi sia. È probabile che si registri resistenza oltre il valore intero di $850, con un conseguente pullback del prezzo. In tal caso il livello di $800 offre un forte supporto, non solo perché è un valore tondo, ma anche perché la media mobile a 50 giorni si attesta a tale livello. Se non dovessimo assistere ad alcun pullback, il prezzo potrebbe avanzare fino a $900, con un test del livello di $1000 nei prossimi mesi.

AVVERTENZA – RISCHI GENERALI: Le opzioni binarie e i contratti per differenza (CFD) sono prodotti finanziari complessi che presentano rischi significativi. Il trading con opzioni binarie può comportare la perdita del capitale investito, mentre il trading di CFD in marginazione può comportare la perdita dell’intero capitale depositato. La leva nei CFD può volgere sia a vantaggio che a svantaggio dei trader. I trader di opzioni binarie e di CFD non detengono alcun diritto in relazione agli asset sottostanti. Il trading con opzioni binarie e/o CFD non è adatto a tutti gli investitori. La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri. Le previsioni future non costituiscono un indicatore affidabile di performance future. Prima di decidere di fare trading è importante valutare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e la propensione al rischio. Si invita a non depositare importi che non ci si può permettere di perdere, di assicurarsi di comprendere appieno i rischi associati con il prodotto di interesse e di richiedere una consulenza indipendente, se necessario. Rodeler Limited non fornisce consulenza, raccomandazioni od opinioni in relazione all’acquisizione, detenzione o cessione di prodotti finanziari. Rodeler Limited non è un consulente finanziario e tutti i servizi sono forniti in modalità “execution only”, ovvero come servizi di semplice esecuzione. Si invita a leggere la divulgazione sui rischi e la documentazione legale prima di utilizzare i servizi offerti.